02 Set 2015
Aggiornamenti sulla Conservazione Elettronica

Informazioni, Aggiornamenti, Chiarimenti e Novità Relativi Alla Conservazione Elettronica

Lo scorso 18 Agosto 2015 è stato pubblicato il DLgs 127 del 05 Agosto 2015, con il quale si rende possibile l’opzione, per le Aziende private, di utilizzare la modalità elettronica per l’emissione e la ricezione delle Fatture e delle variazioni (Nota Credito e Nota Debito), nelle operazioni rilevanti.

 L’opzione è prevista su base volontaria e questa modalità farà sì che, almeno in un primo momento, non si prevedono significative adesioni.

Ci si aspetta che la maggioranza delle Aziende, anche se interessate, staranno a vedere come si muovono gli operatori e quali vantaggi, svantaggi, problemi, opportunità sono percepiti dagli utilizzatori. Sappiamo, tra l’altro, che molte aziende, già dal 2004 utilizzano un canale di Fatturazione Elettronica per i rapporti con i loro Clienti e Fornitori, attraverso modalità EDI, oppure uso di un tracciato concordato o anche utilizzando un file pdf firmato digitalmente, ma questa nuova opzione, offre in più l’utilizzo della medesima modalità (telematica), attraverso lo stesso canale (SDI – Sistema di Interscambio) e attraverso lo stesso formato (file XML/PA) già in vigore per le Fatture Elettroniche alla Pubblica Amministrazione (FEPA). Ciò significa uniformare il processo di fatturazione e non farsi carico delle attività propedeutiche alla consegna del documento al destinatario (mail, pec, posta, etc.).

Una scelta che comporta una buona semplificazione e una sostanziale riduzione dei costi, perché ormai gli applicativi gestionali, producono senza problemi i documenti nel formato XML/PA e quindi tali funzioni possono essere utilizzate anche per la generazione dei documenti XML relativi alla fatturazione elettronica verso i propri clienti privati. Anche gli intermediari hanno già disponibile il canale per la trasmissione delle Fatture allo SDI, come viene fatto oggi per le FEPA. Viene inoltre nuovamente confermato, ciò che era previsto nel DLgs 98 del 09/08/2013, cioè che a partire dal 01/01/2015, coloro che aderivano alla trasmissione telematica all’AdE dei dati giornalieri relativi alla Fatturazione attiva e passiva, potevano evitare di predisporre e trasmettere le seguenti dichiarazioni:

o Elenco Clienti e Fornitori

o Spesometro

o Black List

o Responsabilità Solidale su IVA non versata da Fornitori

o Comunicazione Contratti d’Appalto e Somministrazioni

o Lettere d’Intento o Responsabilità su Appalti e Subappalti

Ma, mancando il decreto attuativo, non è stato possibile utilizzare questa opzione.Nel nuovo Decreto in questione, sono previsti (confermati) e ampliati gli incentivi che, in caso di adesione, evitano la compilazione e l’invio di denunce annuali costose per le Aziende. È sicuramente una interessante possibilità che è bene valutare in tutti i suoi aspetti.



Tecnoema è il partner aziendale su cui puoi sempre contare nella consulenza informatica e nello sviluppo software.

Tel: (+39) 031.565096
E-mail: info@tecnoema.it
Tecnoema srl
Via Leopardi 10 - 22070 Grandate (CO)
Telefono (+39) 031 565096
P.IVA e codice fiscale 03270800133
Powered with GetFast®
Design by Minds